FOBIE SPECIFICHE

 

La caratteristica principale di tale disturbo è che la paura o l'ansia sono circoscritte alla presenza di una situazione o di un oggetto particolare che possono essere definiti lo stimolo fobico. Per la diagnosi di fobia specifica, la reazione deve essere diversa dalle paure normali e transitorie che si verificano frequentemente nella popolazione. Le paure o l'ansia  devono essere intense o gravi; la quantità di paura vissuta può variare in base alla prossimità dell'oggetto o alla situazione temuti e può manifestarsi  in anticipo o in presenza effettiva dell'oggetto o della situazione. L'individuo evita attivamente la situazione o se non è in grado di evitarla, la situazione o l'oggetto provocano un'intensa paura o un'intensa ansia, fino ad arrivare ad un vero e proprio attacco di panico. La paura o l'ansia sono sproporzionate rispetto al reale pericolo rappresentato dall'oggetto o dalla situazione oppure più intense se necessario. Anche se le persone con fobia specifica spesso riconoscono che le proprie reazioni sono eccessive, tendono a sovrastimare il pericolo nelle situazioni temute e quindi spetta al clinico stabilire se sono sproporzionate o meno. Dovrebbe essere preso in considerazione anche il contesto socioculturale della persona. Per esempio la paura del buio può essere ragionevole in un contesto di continua violenza e la paura degli insetti può essere più sproporzionata in contesti in cui gli insetti fanno parte della dieta. La paura, l'ansia o l'evitamento sono persistenti e durano da almeno sei mesi o più. La fobia specifica deve causare un disagio significativo nella persona. Gli individui con questo disturbo vivono tipicamente un aumento dell'attivazione fisiologica  in previsione dell'evento temuto. Tuttavia tale reazione è variabile e soggettiva.  A volte la fobia specifica si sviluppa in seguito a un evento traumatizzante (vedere qualcuno affogare), a un attacco di panico inaspettato verificatosi in quella che sarà la situazione fobica (attacco di panico sull'autobus) o alla comunicazione di informazioni traumatizzanti ( i mass media che comunicano insistentemente un disastro aereo). Altri individui però non sono in grado di ricordare la ragione specifica dell'esordio della fobia specifica, Le fobie specifiche si sviluppano di solito nella prima infanzia, intorno ai dieci anni e l'eta media d'insorgenza è tra i sette e gli undici anni.